Accordi al Pianoforte: Metodo Semplicissimo per Ricavarli!

Molti mi hanno scritto domandandomi se c’è un modo semplice e veloce per riconoscere, quindi ricavare, accordi al pianoforte partendo dalle rispettive sigle.
In queste lezioni di pianoforte online puoi trovare soluzioni facili e veloci ai problemi che affliggono i pianisti alle prime armi.

Ti ricordo che la conoscenza degli accordi al pianoforte è di fondamentale importanza tanto per il pianista pop quanto per il pianista jazz, per cui è necessario studiare molto affinché, letta una determinata sigla, tu riesca in una frazione di secondo a suonare le note dell’accordo scritto sullo spartito.
I pianisti più esperti fanno ciò senza troppi problemi; i pianisti in erba hanno bisogno di più pratica per ricavare gli accordi al pianoforte perché devono memorizzarli nel tempo.

In realtà anche i pianisti più esperti possono avere dei dubbi su questo o quell’accordo, in quanto le partiture pop non sono sempre così precise: lasciano talvolta il sapore del dubbio, soprattutto per gli accordi di quattro e più suoni e per le triadi sospese.

Come imparare gli accordi al pianoforte

Puoi suonare canzoni per bambini, oppure canzoni tristi al pianoforte, ciò che conta è ovviare a qualsiasi dubbio.
Per prima cosa, ti invito a collegarti su questo sito: www.8notes.com sezione accordi per pianoforte.

Una volta collegato puoi conoscere le note che formano un determinato accordo grazie anche al pianoforte virtuale.

Dunque, facciamo qualche esempio: prendi lo spartito pianoforte di Lean On: lo puoi trovare nella sezione spartiti per pianoforte.

A battuta 1 troviamo l’accordo di Mibmaj7. Bene, nel caso in cui tu non conoscessi le note che formano questo accordo, ti dovresti collegare nella pagina di 8notes.com.
Facciamo una premessa: se non ne sei a conoscenza, le note nella notazione anglosassone hanno un nome differente rispetto a quelle dei paesi neolatini, ossia: C=Do, D=Re, E=Mi, F=Fa, G=Sol, A=La, B=Si.

Ok, nel nostro esempio devi cliccare innanzitutto su “Eb” (che sta per Mi bemolle) per conoscere la triade principale formata dalle note Mib bemolle, Sol e Si bemolle, come dimostra il pianoforte virtuale:

Accordi Pianoforte - Esempio 1

Come vedi i tasti bianchi sono segnati con i pallini blu, mentre i tasti neri sono segnati con i pallini gialli.
La cosa carina è che se schiacci il tasto play posto sotto il pianoforte virtuale puoi ascoltare l’accordo appena ricavato! Il pianoforte virtuale eseguirà prima tutte le note contemporaneamente e poi una nota per volta.

In ogni caso, hai bisogno ancora di sapere quali note vanno aggiunte all’accordo di Mi bemolle, ossia devi capire cosa vuol dire quel “maj7” posto accanto alla sigla della triade.

Per questo dovrai cliccare su “Show All Eb Chords”. Qui troverai una marea di varianti, accordi aggiunti, sospesi ecc.
Nel nostro esempio dovrai cliccare su “Eb maj7”: scoprirai che altro non è che l’accordo di Mi bemolle maggiore con l’aggiunta della settima maggiore, quindi con l’aggiunta del Re:

Accordi Pianoforte - Esempio 2

Facciamo un altro esempio: prendiamo lo spartito di Nel Blu Dipinto di Blu del grande Modugno.

A battuta 22 troviamo l’accordo di Sol9b.
Nella sezione Piano Chord Chart clicchiamo quindi su “G” (che sta per Sol): scopriamo che l’accordo maggiore è formato dalle note Sol, Si e Re.

Ci manca da sapere cosa vuol dire quel “9b”. Clicchiamo quindi su “Show All G Chords”.

In questo caso non troveremo “G9b”, ma “G 7b9” che è il modo più corretto per indicare un accordo di settima con l’aggiunta della nona minore.
Sol9b è il modo più spicciolo per scrivere questo accordo; in realtà il modo corretto è quello indicato dal programma del sito, ossia “Sol7/9b” che è formato dalle note Sol, Si, Re, Fa, Lab.

Come già detto, le partiture di musica leggera spesso lasciano adito a dubbi per via dell’approssimazione con cui vengono, talvolta, indicati gli accordi.
Nei casi difficili sta a te e al tuo orecchio musicale stabilire di quali e quanti note è formato un determinato accordo, tenendo presenti le note della melodia su cui “girano” gli accordi della canzone che stiamo studiando.

Difatti, suonare il pianoforte partendo dagli accordi può rivelarsi un metodo vincente per sviluppare il tuo orecchio musicale!

Ricapitoliamo, per ricavare le note degli accordi al pianoforte devi:

  1. Cliccare sulla nota che da il nome all’accordo, ossia la fondamentale dell’accordo (esempio, C#)
  2. Andare su “Show All Chords” per cercare il tipo di accordo di cui vuoi conoscere le note (esempio, C#m6)

Bene, il piano tutorial termina qui.

Se ti fa piacere puoi condividere e mettere “Mi piace”; in tal modo puoi aiutare i tuoi amici pianisti a risolvere questo problema utilizzando la tecnica spiegata.

Se hai dubbi o domande non hai che da chiedere scrivendo nei commenti: sarò lieto di risponderti come sempre!
Inoltre, se non lo hai ancora fatto, iscriviti al Canale Youtube.

Ti aspetto per le altre lezioni di piano!

Ricordati che in musica, come nelle leggi del mondo, citando il poeta Lope de Vega:

“L’armonia è amore puro, perché l’amore è pieno accordo”.

3 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *